Mountain Bike      By Lorenzo Colombi

*   MTBLANGHE  *

 

  Percorsi - Itinerari - Escursioni in Mountain Bike

 

 nelle  Langhe e nel Roero.  

  

     Paths (off-Road) in the Langhe Alba and Roero 

       Routen Alba in den Langhe  Alba und Roero    

Sentiers / itinéraires en VTT dans les Langhe (Alba) et du Roero.

 

 

HOME PAGE

 

ITINERARI

 

FOTO

 

CONSIGLI

 

DIZIONARIO

 

 APPUNTI DI PRONTO

SOCCORSO

 

RIFLESSIONI

 

Le mie ESCURSIONI 

 

LINKS UTILI

 

ECOLOGIA

 

TRACCIATI

G.P.S.

 

PERCORSI IN

 CAMMINATA

 

                 

 

 

Itinerario Ciclabile  - Cycle Route

 

 Lunghezza km. 12,5 - dislivello 200 metri.

Tracciato G.P.S.  

 

 

    Questo itinerario ha inizio dalla pista ciclabile Pollenzo - Asti

in località Piana  subito dopo il ponte del Tanaro di Neive a sinistra,

per chi proviene da Alba.

Si parte nei pressi di una grossa discoteca e si seguono per un tratto le

indicazioni della pista ciclabile in direzione Asti.

 

 

 

 

Ad un bivio, km 1,120, si seguono le indicazioni per S.Gervasio e, sempre su

asfalto si passa nei pressi della chiesetta di S.Gervasio.

 

Si prosegue in piano verso loc. Pelisseri e si sale per due tornanti

fino ad un incrocio, km. 3.300, dove si svolta a destra verso loc. Bordini.

km. 3,610.

 

 

 

 

  Si tiene la sinistra ai tre bivi successivi,

 

 

 

e sempre su asfalto, km. 4,770,  dopo aver costeggiato il cimitero,

si giunge ad un bivio dove si svolta a sinistra;

un breve ma deciso tratto in salita porta ad una piazzetta.

 

A piedi si può imboccare la stradina che sale a destra e si raggiunge

la cattedrale dei ss. Pietro e Paolo.

 

Dopo una visita al paese, classificato come uno dei Borghi più belli d'Italia,

dalla Piazza del Comune  km.5.810, si scende a destra verso

la chiesetta di san Rocco,

 

 

 

la si costeggia a destra in discesa e si arriva

a una rotonda,km. 6,560, dove si seguono le indicazioni per Barbaresco.

 

Fatte alcune centinaia di metri, si svolta a destra in direzione loc. Gaia e

sì continua su stradina asfaltata prima in piano e poi in leggera discesa

fino a cascina Principe. km.7.620.

 

Subito dopo la casa, si svolta su un'inghiaiata verso destra, si supera la ferrovia

su un cavalcavia, km.8,240, si costeggia prima la ferrovia e poi una

vigna in discesa fino ad un incrocio, dove si tiene la destra.

 

Si costeggia un pioppeto e, al termine di questo, si svolta a sinistra verso

l'altro versante e, fatti pochi metri in salita, si va a destra, km. 8,970,

su una bella stradina erbosa.

 

La si segue per un lungo tratto, si passa sotto un cavalcavia, e si continua diritti

in piano tra pioppi e noccioleti fino a incontrare una stradina asfaltata.

 

La si attraversa, si gira a sinistra e subito a destra in un viottolo sterrato,

si continua in piano con qualche precauzione dove la traccia si restringe;

 

Si giunge ad una inghiaiata dove si svolta a sinistra e, guidati dal rombo della cascata,

si raggiunge la chiusa sul fiume Tanaro.

 

Dopo una visita dall' esterno alle opere ormai in disuso, si riprende la stradina inghiaiata

che ritorna verso il ponte sul Tanaro.

 

Si passa sotto il ponte e dal lato opposto si segue l'asfalto che riporta al punto di partenza.

 

 

Itinerario Ciclo-pedonale: 

 lunghezza km. 8 - dislivello 150 metri.

 

  Questo breve itinerario si snoda su strade asfaltate

 o inghiaiate ed è quindi percorribile anche in caso

 dì precipitazioni.

 

Si parte dalla chiesa di S. Rocco e si imbocca Via Circonvallazione fino

a Piazza V. Veneto.

 

Si passa a destra della cappella di San Sebastiano e si seguono

le indicazioni per borgata Capelli.

 

Si prosegue in discesa e ad un bivio si svolta a sinistra per loc. Serracapelli.

 

Si cammina in piano fino ad un incrocio: qui si svolta a destra seguendo sempre

le indicazioni per loc. Serracapelli.

 

Giunti ad un secondo incrocio, si tiene la sinistra e, dopo un centinaio di metri,

si svolta a destra iniziando a salire.

 

Circa a metà della salita si incontra una casa, superata la quale si va a destra

su una strada inghiaiata.

 

Si prosegue passando a sinistra di una casa diroccata,

fino a raggiungere il crinale.

 

A questo punto si può fare una deviazione a destra per raggiungere un gruppo

di pini solitari su un cocuzzolo panoramico;

tornati sui propri passi, si continua in piano verso un gruppo di case.

 

Si prosegue in discesa ed al primo incrocio si va dritto, mentre al

successivo, nel fondovalle, si va a sinistra.

 

Si continua il cammino fino ad un altro incrocio, dove si svolta a destra

in direzione loc. Starderi e poi si piega subito a sinistra in salita

verso la frazione.

 

Il tragitto prosegue tra le case, poi si svolta a sinistra e ad una biforcazione

si va diritto in discesa fino ad un pilone votivo.

 

Ora si prende una strada inghiaiata a destra e la si segue fino al termine,

poi si svolta a sinistra.

 

Si passa nei pressi del cimitero e, al successivo incrocio, si tiene la sinistra

e si raggiunge piazza Vittorio Veneto.