Mountain Bike      By Lorenzo Colombi

*   MTBLANGHE  *

 

  Percorsi - Itinerari - Escursioni in Mountain Bike

 

 nelle  Langhe e nel Roero.  

  

     Paths (off-Road) in the Langhe Alba and Roero 

       Routen Alba in den Langhe  Alba und Roero    

Sentiers / itinéraires en VTT dans les Langhe (Alba) et du Roero.

 

 

HOME PAGE

 

ITINERARI

 

FOTO

 

CONSIGLI

 

DIZIONARIO

 

 APPUNTI DI PRONTO

SOCCORSO

 

RIFLESSIONI

 

Le mie ESCURSIONI 

 

LINKS UTILI

 

ECOLOGIA

 

TRACCIATI

G.P.S.

 

PERCORSI IN

 CAMMINATA

 

                 

 

 

Il Sentiero del Tartufo 

 The Path of the Truffle

 

 Lunghezza km. 13 - Dislivello 534 metri.

 

Seguire sempre i grappoli d'uva colorati di Verde

posti sugli alberi o sui pali delle Vigne  

e i cartelli bianchi regionali.

 

 

 

Tracciato G.P.S. da Neive a loc. Arossa

 

Tracciato G.P.S. da loc. Arossa a Neive

 

File scaricabile in P.D.F in Italiano

 

File scaricabile in P.D.F in Inglese

 

Alcune Foto del Sentiero del tartufo

 

   L'itinerario parte dalla piazzola adiacente la cappella di San Rocco,

           nel borgo antico di Neive.

 

Si sale alla destra della chiesa (stradina in acciottolato), fino ad incontrare

l'asfalto(cemento), al termine del quale si piega a sinistra costeggiando

il muretto dì cinta di una casa;

 

si continua in discesa per una capezzagna fino ad incontrare l'asfalto

a Neive Borgonuovo.

 

(Attenzione alla prima discesa nella capezzagna:

 un grosso buco a metà sterrata, a destra nascosto tra l'erba!!!)

 

Si svolta a sinistra verso il paese, costeggiando la distilleria di Romano Levi

ubicata sul lato destro della strada.

 

Giunti davanti al passaggio a livello, lo si costeggia senza attraversarlo,

imboccando la strada in direzione Bricco.

 

Si oltrepassa il ponte sul rio Tinella e si svolta a sinistra su una strada inghiaiata,

in via Germano.

 

Tenendo la sinistra ad un bivio, si raggiunge una cascina:

la si aggira sulla destra e si sale su sterrata che piega verso sinistra,

si prosegue in salita e, dopo due grossi pioppi, si piega a destra in salita

su lunga capezzagna fino ad incontrare l'asfalto in prossimità di cascina "Vano".

Sì svolta a destra su asfalto;

 

superate alcune case, in prossimità di un piccolo Pilone di legno si scende a

sinistra su sterrata.

 

AI termine della stradina, poco prima di un ruscello, si piega a destra

su una sterrata che conduce a una tartufaia, ricca di piante secolari.

 

   Si cerca di individuare la strada erbosa, che si snoda tra gli alberi,

 ignorando un divieto di accesso che vale solo per gli automezzi,

 e si attraversa un piccolo ruscello su un ponticello verso destra

 in direzione di un pioppeto, che si attraversa

 in tutta la sua lunghezza;

 

verso la fine del pioppeto si tiene la sinistra e, superato un nuovo

ponticello, dopo pochi metri si imbocca a sinistra una strada che sale ripida

in mezzo al bosco.

 

Si prosegue in salita e al temine del bosco si costeggia prima un noccioleto

e, per un lungo tratto in salita, la sinistra di una vigna fino ad un grosso container.

 

Il container è leggermente nascosto tra alti arbusti.

 

Si svolta a sinistra prima del container, e si scende nel bosco;

 

il sentiero piega a destra,

(fare attenzione ai segnali del sentiero del Tartufo

posto sul tronco di alcuni alberi),

 

e, dopo un tratto pianeggiante, la traccia sale ripida sul versante opposto,

in direzione di una grossa casa in mattoni:

si ritrova l'asfalto in borgata Caloglio.

 

Si continua a destra sulla dorsale in asfalto,  fino ad incontrare

una sterrata, che si segue diritti, per un lungo tratto in salita;

si giunge così sull'asfalto in località Spessa.

 

 A questo punto, si può scegliere se completare l'itinerario o iniziare il ritorno.

 

Chi decide di rientrare,

piega a destra sull'asfalto e poi, dopo un centinaio di metri, di nuovo a destra

in una stradina tra le vigne, che segue fino ad incontrare l'asfalto,

svolta a sinistra e scende alla borgata Bricco, dove si ricollega

all'itinerario principale.

 

Chi invece prosegue,

cammina per circa un chilometro su asfalto in direzione di un

grosso ripetitore in cima alla collina.

 

Dopo un tratto in leggera discesa, ad un bivio, si prende la strada asfaltata

a sinistra e dopo poche decine di metri si imbocca a destra una strada sterrata

in leggera salita.

  vedi i segnali verdi del sentiero

 

Si continua tra le vigne prima in piano poi in discesa e quasi al termine di questa

si sale a destra in salita costeggiando una vigna.

 

La strada prosegue, costeggia un gruppo di case della borgata Olano

e continua fino ad un bivio:

 

a sinistra una sterrata porta alla borgata Riforno e poi a Camo,

a destra si sale tra le vigne fino ad un grosso ciliegio;

 

un sentiero alla destra porta ad un ripetitore:

 da qui si la vista spazia su un panorama stupendo.

 

Si discende per un'inghiaiata che inizia di fianco al ripetitore fino ad

incontrare l'asfalto.

 

Si piega a sinistra e si giunge ad un bivio:

 

(a sinistra si prosegue verso Mango)

 

a destra si scende per un breve tratto e appena dopo le case,

si svolta a sinistra, in discesa, su una lunga sterrata tra le vigne

fino ad un bosco.

Si tiene la destra in sterrata la quale scende fino all'asfalto.

 

Si continua a destra per un tratto su asfalto e al primo tornante dopo

alcune case si abbandona l'asfalto e si prosegue su una sterrata sulla destra,

che si snoda tra vigne e boschi.

 

Ritrovato l'asfalto, si piega a sinistra, si costeggia una casa e si scende

ancora a sinistra verso la Borgata Bricco.

 

La si attraversa e, appena fuori, quando la strada inizia a salire in prossimità

di una curva a destra, si imbocca una sterrata sulla sinistra, che scende

per un lungo tratto fino ad incontrare l'asfalto.

 

Si prosegue dritto in direzione di un ponte e si continua fino ad incontrare

la provinciale;

 

la si attraversa e si continua su sterrata fino all'asfalto, che si segue a destra

in discesa fino ad una rotonda.

 

Si prosegue in direzione di Neive attraversando il ponte del Diavolo

e si raggiunge il passaggio a livello, attraversato il quale si percorre per

un breve tratto il Corso, poi si svolta a sinistra in Via Mazzini.

 

Si sale per una scalinata che taglia i tornanti e

si ritorna alla Porta di San Rocco.